Informazioni sulle piscine e su come manterere il vostro giardino

Come piantare il seme di avocado

Come piantare il seme di avocado
Clicca per ingrandire
L'avocado è un frutto decisamente particolare, con un elevato contenuto in grassi che lo rende cremoso e adattissimo ad abbinarsi con piatti saporiti come ad esempio un'insalata di lattuga e pollo, un piatto di salomne affumicato con uova bollite o una ciotola di nachos da tuffare in una salsa di guacamole.

Una delle caratteristiche che colpisce dell'avocado è però sicuramente il seme o nocciolo, e sono molti quelli che si chiedono come fare a piantare questo seme per far crescere una meravogliosa pianta di avocado. L'avocado è infatti una pianta subtropicale decisamente bella, ed anche se si tratta di un albero che può raggiungere in natura i venti metri di altezza, coltivato in vaso o in giardino rimane di dimensioni ben più compatte alle nostre latitudini.

Vediamo dunque come fare per piantare il seme di avocado, operazione semplicissima da fare magari con i vostri figli e per la quale sono necessari oggetti che probabilmente avete già in casa: qualche stuzzicadente ed un bicchiere di plastica (si può ovviamente usare un qualunque bicchiere, ma mia moglie non ha affatto gradito il primo esperimento con acqua limacciosa e verdognola in uno dei suoi bicchieri di cristallo... :)).

L'idea è tenere il seme di avocado in sospensione sull'acqua in un bicchiere, e per farlo si piantano tre stuzzicadenti a 120 gradi sulla parte superiore del seme, così da creare tre supporti che appoggino sulle pareti del bicchiere riempito di acqua. Attenzione: il seme deve essere con la punta rivolta verso l'alto!

A questo punto sarà sufficiente tenere il bicchiere in un posto caldo e luminoso, dietro una finestra esposta a sud ad esempio, e mantenere il livello dell'acqua costante. Con un po' di pazienza il seme inizierà prima a far spuntare una radice dalla parte inferiore, e poi si spaccherà facendo fuoriuscire la piantina vera e propria dalla parte superiore. Il tempo per la germinazione varia enormemente, può essere di un paio di settimane come di un paio di mesi, ed a volte la germinazione non avviene affatto; conviene quindi preparare una piccola "batteria" di bicchieri, nel mio caso ad esempio la germinazione è avvenuta in due semi su tre.

Una volta che la piantina è alta una quindicina di centimetri ed ha messo le sue belle foglie, potete travasare il tutto un un vaso con terriccio, avendo l'accortezza di mantenere il terremo sempre umido soprattutto d'estate.

Qualche nota sulla coltivazione dell'avocado: come molte altre piante tropicali e subtropicali ci sono maschi e femmine, ma dai semi dei frutti venduti in Italia raramente si possono ottenere piante femmina. I frutti per il nostro mercato sono infatti raccolti ben prima della maturazione e poi refrigerati per la spedizione, processo che riduce moltissimo la possibilità di germinazione di una pianta femmina (che ha bisogno di una certa temperatura durante la germinazione).

Un altro fatto curioso è che l'avocado soffre di... solitudine. La piante cresce infatti molto più rigogliosa se piantata nelle vicinanze di almeno due-tre altre piante simili, arrivando velocemente ad un paio di metri di altezza se piantati in giardino (in due-tre anni circa).



Data pubblicazione: 28 marzo 2012
 
STRUMENTI
  Stampa l'articolo
Invia ad un amico  Invia per email

NAVIGAZIONE
Home
   Giardino