Informazioni sulle piscine e su come manterere il vostro giardino

8. Raduno Internazionale del Bonsai & Suiseki, un successo da Crespi Bonsai

8. Raduno Internazionale del Bonsai & Suiseki, un successo da Crespi Bonsai
Clicca per ingrandire

L’8. edizione del Raduno Internazionale del Bonsai e Suiseki, l’appuntamento più importante nel mondo bonsaistico europeo, si è tenuta quest’anno a Parabiago (Mi) dal 12 al 21 settembre, negli incantevoli spazi Crespi Bonsai.

Dieci intense giornate in cui si sono susseguiti dimostrazioni, conferenze e spettacoli dedicati al bonsai, al suiseki e all’Oriente.

Ideato nel 1995, il Raduno è nato dal presupposto di diffondere in Europa la cultura del bonsai e del suiseki, un obiettivo centrato, sottolineato anche quest’anno da un’affluenza incredibile di pubblico che ha raggiunto la soglia dei 20.000 visitatori.

Una formula, quella della Crespi Cup, moderna e coinvolgente capace di radunare sotto la stessa bandiera amatori, collezionisti e professionisti da diverse nazioni: Italia, Svizzera, Inghilterra, Spagna, Portogallo, Francia, Germania, Austria, Belgio, Repubblica Ceca, Stati Uniti…

A sottolineare il carattere internazionale della manifestazione, quest’anno sono state presenti anche alcune delegazioni a rappresentanza del mondo bonsaistico americano, indiano, indonesiano, giapponese, cinese, taiwanese ed europeo, che attraverso la consegna di alcune targhe a Luigi Crespi - tra le quali quella della World Bonsai Friendship Federation di cui egli fa parte - hanno riconosciuto il suo grandissimo lavoro di diffusione svolto in oltre 30 anni di attività nel bonsai.

Questa nuova edizione si è posta come un vero e proprio centro di gravità fra la cultura orientale e quella occidentale con le tante dimostrazioni tecniche, le conferenze, i laboratori e gli spettacoli legati alle antiche tradizioni del Levante.

Le mostre-concorso
I veri protagonisti sono stati, comunque, i bellissimi bonsai e i suiseki esposti nelle diverse mostre-concorso, Crespi Bonsai Cup, Crespi Shohin Cup, Amatori a Confronto e Crespi Suiseki Cup, oltre ai vasi bonsai in mostra nella Crespi Pot Cup. 

Nella mostra-concorso dedicata agli amatori hanno partecipato circa 75 concorrenti. L’arte del bonsai non cessa infatti di affascinare e coinvolgere anno dopo anno nuovi appassionati, che partecipano con entusiasmo alle diverse esposizioni spesso presentando esemplari di grande pregio come in questa occasione.

Si è aggiudicato il 1° posto il Quercus suber di Angelo Fontana di Pozzuolo Martesana (Mi), classificatosi 1° con 78 punti; al 2° posto si è classificato il Pinus thunbergii di Alberto Vigoni di Milano con 75 punti; con uno scarto di 1 solo punto, si è aggiudicato il 3° posto il Pinus parviflora di Massimo Verri di Milano con 74 punti.

La Coppa Yokohama - miglior sempreverde - è stata vinta dal Chamaecyparis di Paolo Morbiato di Martellago (Ve), mentre la Coppa Masakuni - miglior latifoglia - è andata al Rosmarinus officinalis di Andrea Albergo di Speltore (Pe). 

La Crespi Bonsai Cup, la mostra dedicata ad esperti bonsaisti e collezionisti, è stata contrassegnata da imponenti alberi dal carattere eccezionale, alcuni dei quali anche ultracentenari: un insieme di rara bellezza.
La giuria, composta da Luigi Crespi, Nobuyuki Kajiwara e Tsau Shing Wong ha decretato vincitore di questa edizione il Rhododendron indicum, di Fabio Mantovani di Cavezzo (Mo), con 86 punti.

Nella Crespi Shohin Cup (categoria di bonsai alti sino ai 20 cm) ha ottenuto il punteggio più alto lo Juniperus chinensis dello svizzero Nicola Crivelli che ha raggiunto gli 84 punti. L’affascinante arte orientale delle pietre è stata egregiamente rappresentata dai concorrenti che hanno partecipato all’8ª edizione della Crespi Suiseki Cup. Molte le pietre astratte, a forma umana, di animale che sono state esposte e che hanno stimolato la fantasia dei visitatori grazie alle loro potenzialità evocative pressoché illimitate. Il punteggio più alto, di 94 punti, è stato ottenuto dalla pietra di Carlo Gori raffigurante una montagna.

Un bonsai non può intendersi tale senza il suo complemento essenziale: il vaso. Nella Crespi Pot Cup dedicata appunto ai contenitori per bonsai, 1° classificato è risultato il lavoro del belga Renè Lecocq che con 76 punti si è aggiudicato la coppa Crespi Pot.

Dimostrazioni e conferenze dedicate al bonsai e al suiseki
Shigeo Ebihara, rinomato artista giapponese che considera il bonsai un’espressione dell’essere e della conoscenza del suo autore, ha aperto i tantissimi appuntamenti dedicati agli appassionati, che si sono susseguiti durante il raduno, con una dimostrazione-conferenza sul bonsai.

Tsau Shing Wong, uno fra i maggiori esperti di bonsai penjing (paesaggi bonsai) ha curato delle dimostrazioni tecniche e un workshop, che hanno permesso ai tanti appassionati giunti in visita al raduno di approfondire la conoscenza del bonsai cinese.

L’antica arte millenaria del suiseki (l’arte di apprezzare le pietre) è stata, invece, ampiamente trattata da Pauli Martin, noto personaggio del campo.

Gli spettacoli e i laboratori dedicati al Giappone e alla Cina…
Sotto la tensostruttura, collocata fra gli splendidi giardini giapponesi, si sono svolti le conferenze, gli spettacoli e i laboratori dedicati alla cucina giapponese, alla calligrafia cinese, allo yuzen - pittura del kimono, all’origami, al tai-chi-ch’uan, al tuina, al qi gong, alla carta washi, al sakè e alla cerimonia del tè. Forme d’arte caratterizzate da una tradizione culturale strettamente legata al Giappone e alla Cina che hanno dato ai tantissimi visitatori la possibilità di vivere momenti coinvolgenti ed approfondire la conoscenza del mondo orientale. Tante le iniziative anche pensate per i bambini come il corso di bonsai e il laboratorio di origami.

Maggiori informazioni:
Crespi Bonsai

Corso Sempione, 35
PARABIAGO (Mi)
tel.  0331491850
fax 0331559410
www.crespibonsai.com


Data pubblicazione: 25 settembre 2008
 
STRUMENTI
  Stampa l'articolo
Invia ad un amico  Invia per email

NAVIGAZIONE
Home
   Giardino
     Notizie