Informazioni sulle piscine e su come manterere il vostro giardino

Le piscine fuori terra: introduzione

Le piscine fuori terra: introduzione
Clicca per ingrandire

La tipologia delle piscine fuori terra è molto diffusa in Nord America, per la praticità dell'installazione, i costi ridotti e le dimensioni adatte per le dimensioni del giardino tipico di una casa a schiera.

Le piscine fuori terra hanno dimensioni che variano mediamente da tre metri di diametro fino a raggiungere anche gli otto metri di diametro, permettendo così non solo di ottenere una piccola oasi di frescura in estate, ma di divertirsi come in una piscina vera e propria anche in casi di famiglie con molti bambini.

I materiali

Le piscine fuori terra sono solitamente costruite con una parete in acciaio ondulato, galvanissato e rivestito da diversi strati a protezione dalla ruggine. La parete è sostenuta da colonnine portanti esterne, in resina o in acciaio, e da un bordo che le unisce e rifinisce la struttura.

Le migliori piscine fuori terra sul mercato sono realizzate con materiali capaci di durare decenni, ed oltreoceano non è inusuale trovare prodotti in vendita con addirittura trent'anni di garanzia! Ovviamente sul mercato sono presenti piscine di molte qualità, dalle più economiche alle più lussuose, e non è semplice orientarsi nella scelta. Negli ultimi anni inoltre si è duiffusa una tipologia di piscine fuori terra con la struttura portante ed il rivestimento esterno in legno, molto adatte ad integrarsi in certi ambienti e dall'aspetto spesso più curato di quelle cn struttura in resina o in acciaio.

Si tratta però spesso di piscine decisamente più costose, che richiedono una maggiore manutenzione soprattutto se il legno impiegato non è di prima qualità (a volte al posto delle essenze esotiche, particolarmente adatte all'uso "umido", viene usato legno economico come il pino), e se non sono realizzate a regola d'arte spesso anche le finiture lasciano a desiderare.

L'industrializzazione delle piscine fuori terra con struttura in acciaio e resina oramai invece è arrivata a livelli eccellenti di qualità e finiture, ed i modelli al topo della gamma dei vari costruttori vantano un'estetica di ottimo livello e finiture di qualità e soprattutto capaci di durare nel tempo.

Il montaggio

Montare una piscina fuori terra non è un'operazione particolarmente impegnativa, ma questo dipende spesso dalla fascia di prezzo della piscina: piscine più costose molto spesso vantano soluzioni più pratiche anche per il montaggio, come piloni in sesina ad incastro al posto di piloni in acciaio da imbullonare singolarmente. Diciamo che per montare una piscina del diametro fino a 6-7 metri di buona qualità sono sufficienti due persone e due giorni di lavoro, anche se per stendere la parete di acciaio è meglio essere in tre o quattro soprattutto in caso di piscine molto grandi.

Al momento dell'acquisto è comunque preferibile spendere qualcosa in più per una piscina fuori terra più semplice da montare, qualità solitamente messa ben in evidenza dai vari costruttori.

Fuori terra o semi interrata?

Molte piscine fuori terra hanno una struttura sufficientemente robusta per poter essere semi interrate senza dover realizzare muretti di contenimento. Valutate bene questa possibilità, perchè ovviamente una piscina semi interrata è esteticamente molto più riuscita, soprattutto se di grandi dimensioni: un cilindro di 6-7 metri di diametro alto un metro e mezzo non è facile da digerire in un piccolo giardino, tutt'altra cosa invece se la piscina sporge dal terreno per poche decine di centimetri.

Interrare una piscina fuori terra

Tecnicamente è possibile interrare una piscina fuori terra, e molti prodotti hanno una struttura sufficientemente robusta per poterlo fare semplicemente ed economicamente senza bisogno di muretti di sostegno, come accennato nel paragrafo precedente. Il problema è che per poterlo fare c'è bisogno del permesso edilizio da richiedere in comune, permesso molto spesso difficile o addirittura impossibile da ottenere in molte zone. Verificate quindi prima in comune se nella vostra zona è permesso interrare una piscina, altrimenti potete sempre ripiegare sullaa semi interrata, visto che la legge consente di farlo fino a 40 o 50 cm senza bisogno di permessi.

Il filtro: a sabbia o a cartuccia

Parleremo in seguito delle differenze fra i filtri a sabbia ed a cartuccia, ma per adesso vi basti sapere che i primi sono solitamente più efficienti e di maggiore durata rispetto ai secondi. I filtri a sabbia hanno una necessità di manutenzione ridottissima, durano nel tempo e si adattano a piscine di grandi dimensioni. Tenete presente che tanto più efficace sarà il filtro tanto meno potrete tenere in azione la pompa durante il giorno.

Gli accessori

Molto spesso le piscine fuori terra vengono vendute con dei kit che comprendono anche gli accessori più usati. Scaletta, skimmer, filtro, retino, pulisci fondo, cloro ed antialghe. A volte questi kit sono di bassissima qualità, e vale la pena verificare che non convenga piuttosto scegliersi singolarmente i vari accessori. Tenete inoltre presente che se deciderete di semi interrare la vostra piscina la scaletta ad "A" fornita di serie non andrà bene, e dovrà essere modificata o sostituita.

I costi

Il costo di una piscina fuori terra di 4-5 metri di diametro varia dalle poche centinaia di Euro fino ad oltre 10.000 Euro. Una differenza enorme, giustificata a volte dalla evidente qualità dei materiali e degli accessori ed a volte invece dovuta solo alla marca. Ovviamente le piscine con rivestimento in legno sono nella fascia più alta del mercato, ed hanno anche maggiori costi per il montaggio e l'installazione. 
 
Nella foto: una magnifica piscina ottagonele in legno Il Ceppo, montata semi interrata


Data pubblicazione: 25 gennaio 2008
 
STRUMENTI
  Stampa l'articolo
Invia ad un amico  Invia per email

NAVIGAZIONE
Home
   Piscina
     Piscine fuori terra