Informazioni sulle piscine e su come manterere il vostro giardino

Progetto '5 sensi per 1 SPA'

Progetto '5 sensi per 1 SPA'
Clicca per ingrandire

Il benessere cui aspiriamo è un benessere globale, capace di coinvolgere corpo e mente, un benessere “etereo” cercato nella sensorialità per dirigere con la mente la giusta distensione del corpo.

Il benessere può passare attraverso il corpo per mezzo di una stimolazione “concreta” dei sensi – idromassaggio, tattilità, ergonomia –, agisce sul lato “sensibile” e trasmette equilibrio alla psiche.

Possiamo decidere quali corde toccare a seconda della sinfonia che vogliamo ottenere, sapendo che alcune sensazioni pervadono direttamente lo spirito, ad esempio gli odori, mentre altre passano attraverso la corporeità, massaggi e agopuntura; è l’azione sul corpo a conquistare la mente.

Stimolare un senso significa essere a conoscenza delle sue specificità fruitive, delle sue sfere emozionali e cognitive: solo così si possono generare confluenze da un senso all’altro per raggiungere sensazioni sperimentali.

Privilegiare un senso e la sua capacità di giocare con tutti gli altri potrebbe essere la via giusta verso una nuova esperienza emozionale.

Il progetto nasce quindi dal desiderio sempre più forte di sperimentare nuove qualità della percezione ambientandole in una SPA quale luogo per eccellenza dedicato al benessere psicofisico.

Il nuovo concetto di SPA propone una sorta di destrutturazione della percezione sensoriale proponendo cinque differenti esperienze dedicate ognuna ad un particolare senso.

Sono cinque quindi le stanze che costituiscono questo luogo del benessere caratterizzato da un’interpretazione inconsueta dell’attività sensoriale sempre legata ad acqua, superfici e luce.

Protagonista di ogni stanza ed esperienza sensoriale è l’acqua di cui vengono offerti nuovi modelli d’uso: ricerca di acqua profumata e con sapore particolare,  di una temperatura personalizzabile, di un colore in cui immergersi e della forma piacevole di un getto.

Grazie all’interazione tra acqua e superfici ed al contatto diretto con esse è possibile immaginare nuovi scenari in cui soffermarsi, sentire e percepire intensamente.

Il progetto “5 sensi per 1 SPA” è stato ideato da...

arch. Francesco Lucchese

con la collaborazione di:
Alessandra Colombo - lighting design
Antonio Di Chiano - relazione con le aziende
Federica Fasola - interior design
Andrea Laserpe - primo assistente
Luca La Mantia - coordinamento
Francesca Macchi - graphic design

...e realizzato grazie alle aziende:

Mosaico+ per le superfici decorative che in modo nuovo ed inusuale propongono un linguaggio polimaterico in cui la tattilità diventa complice di infinite sensazioni;
Rimadesio per i sistemi scorrevoli che delimitano aree con superfici che offrono riflessioni e trasparenze;
Luce di Carrara per le superfici di marmo con effetti luminosi che creano profondità e trame con la forza naturale della materia;
Barrisol in questa scenografia è il materiale che ‘chiude o apre’ alla luce diventando complice e/o protagonista delle cinque stanze;
Antonio Lupi per l'unicità degli arredi dedicati all'acqua che differenziano questo ambiente spirituale da un ambiente classico;
Antrax IT per i ‘termoarredi’ che si propongono come soggetti di un design innovativo e funzionale, dove l'uso della temperatura diventa magicamente presenza olfattiva;
Vissa per la materia delle superfici calpestabili che viene proposta con unicità ed esclusiva decorazione.


Data pubblicazione: 29 luglio 2008
 
STRUMENTI
  Stampa l'articolo
Invia ad un amico  Invia per email

NAVIGAZIONE
Home
   Glossario